-4 giorni all’inizio di Svilupparty 2017 e ancora un super gruppo di progetti!

Rainbow Force: Battle Academy di Studio Lude, un brawler in multiplayer locale, in cui ogni giocatore veste i panni di una studentessa che deve sbaragliare le avversarie a colpi di zainettate o mazze da baseball/bazooka. Ritorna a Svilupparty con una veste grafica completamente rinnovata e numerosi miglioramenti di gameplay!

Time Savior di Makes It Beautiful, uno sparatutto in due dimensioni roguelike in pixel art. Velocità, Frenesia e Precisione sono le abilità chiavi per avanzare nel mondo pericoloso in cui si viene catapultati.

Heroes’ Doodle di PaNic, MaMa, un rogue-like a sfondo supereroistico che segue le avventure di Doodle, un eroico impiegato, mosso da una tragica causa, lì (come dicono gli autori del gioco) “per rompere culi e leggere fumetti. Ma ha finito i fumetti.”

Splash ‘n Squash Party nasce dalla fortunata collaborazione tra Big Bang Pixel e Rising Pixel durante la GGJ 2017 di Milano. Per giocare bisogna appoggiare i cellulari su delle scatole e colpirle per controllare 4 giganteschi mostri marini. Ogni colpo dato alla scatola scatenerà un’onda nel gioco, utile per spostare un cactus galleggiate e fate scoppiare tutti i palloncini gialli.

Quel che resta di Take Team, un videogioco in cui le meccaniche stealth e d’azione si mescolano. ll protagonista è un uomo il cui fratello minore è da molti anni fuggito di casa. Tornato a rivisitare la dimora nella quale non vive più da tempo, viene trasportato in una macabra realtà alternativa, all’inseguimento di uno strano essere spettrale dall’aspetto familiare…

Forgepit di Loa Team, un gioco di carte online in 3D nel mood cyberpunk. Potrebbe sembrare un semplice scontro tra due giocatori tramite mazzi di carte, ma le modalità con cui può essere ottenuta la vittoria sono differenti, in quanto consistono in una vera e propria dialettica tra i personaggi scelti, la quale può avvenire con il classico uso della violenza come anche tramite la retorica e la non-violenza. Ne deriva dunque il seguente motto: “Fai prevalere la Ragione”.

Escape from Salem di Pallas Studio, un videogame 2D di stampo gotico/horror ambientato nella contea di Salem durante i processi per stregoneria del 1692. La protagonista, Morgaine, è una strega che deve scappare nel momento in cui divampa la caccia alle streghe. Sarà costretta a raggiungere la cittadina portuaria di Lynn, dove potrà prendere una barca e salpare per Barbados.

Lusus di Stivale Studios, è un linguaggio di programmazione in lingua latina, forse l’unico al mondo, creato per puro divertimento. Non a caso la parola latina lusus significa “scherzo”, ” gioco”.

Per maggiori informazioni vi rimandiamo alle relative pagine progetto e ai siti ufficiali presenti nei collegamenti soprastanti.

Mancano ancora tre mesi ma la macchina organizzativa dello Svilupparty si è già messa in moto ed è arrivato il momento di presentare i primi Team dei nostri Soci Sviluppatori.

Partiamo da Brain in the Box, che anche quest’anno sarà a Bologna a mangiare le tagliatelle.

Chroniclers Game Studio, che ha condiviso la magnifica esperienza di Lucca Comics & Games 2016 con noi nello stand Svilupparty.

Caracal Games, capace di farsi approvare un gioco su Steam Greenlight in soli undici giorni.

Dead Pixels, tra i pochissimi ad avere nel team una UX Researcher ; )

Radical Fiction, per cui i Tempi duri speriamo non passino in fretta.

Raven Travel, che dopo Cast Of The Seven Godsends è al lavoro su un nuovo progetto.

Expera Game Studio che ritorna dopo l’esperienza dello scorso anno.

E, infine, il giovanissimo Stivale Studios.

 

CaracalGamesLogo_BlogoMailLOGOBITB_Icon

WOfwoOKHExpera game studioradical_fiction_logo_whiteNEW logo 150x150px